venerdì 22 novembre 2013

siamo tornati sul luogo del delitto

Ieri ci siamo decisi e abbiamo portato Anna a trovare i medici che l'hanno aiutata ad arrivare. Ci siamo messi in macchina e via! direzione Ortona. Non mi aspettavo un'accoglienza così! A parte che si ricordavano di me nonostante tutte le donne che vedono ogni giorno e poi pensavo che con tutto il da fare che hanno ci avrebbero a mala pena salutato. Invece ci hanno fatto entrare nello studio e hanno coccolato Anna facendoci un sacco di complimenti. Un mesetto fa avevo inviato anche una lettera con una sua foto e mi hanno detto che l'hanno già appesa nella stanza delle ecografie. Che emozione! Quando andavo lì io a fare i controlli mi concentravo su quelle foto, sui visi di tutti quei bimbi per distrarmi e riempire il mio cuore di speranza. Il pensiero che ora tra quelle foto c'è la mia bambina....mi commuove.
Abbiamo salutato la biologa, l'infermiera, l'ostetrica e la dottoressa. Abbiamo portato dei biscottini per tutti.
Le ho baciate tutte, le abbiamo ringraziate e loro ci hanno detto che il più bel ringraziamento per loro è stato conoscere Anna.
E poi gli dico: "Comunque ci rivedremo per il fratellino o sorellina". E mi hanno detto che se voglio è già ora di prenotare la visita perchè la lista di attesa è lunghissima.
Quindi un attimo di respiro e poi tra qualche giorno chiamo. Le visite le stanno dando ora per luglio e poi passano altri sei mesi almeno, a luglio la piccola farà un anno...sì, è ora di chiamare!


3 commenti:

  1. Chiama chiama, che noi iniziamo a fare il tifo da stadio!

    RispondiElimina
  2. Oddio che emozione!! si si chiama siiiii!
    Quelle foto anche a me davano forza, anche se non osavo guardarle troppo, per paura...mamma che onda di emozione questo post <3

    RispondiElimina

grazie per essere passato di qui!